La preghiera della rana (16° cap.) pag.53

La preghiera della rana1°

Pag. 53

QUELLO CHE STA SUONANDO È UN VIOLINO

Un gruppo di persone si stava godendo un po’ di musica in un ristorante cinese. All’improvviso un solista suonò un motivo vagamente familiare. Tutti riconobbero la melodia, ma nessuno riusciva a ricordare il titolo. Allora chiamarono un cameriere dallo splendido costume e gli chiesero di scoprire che cosa stesse suonando il musicista. Il cameriere attraversò il locale sculettando, poi tornò indietro con aria trionfante e dichiarò in modo ben udibile: “Il violino!” Il contributo dello studioso alla spiritualità.

L’ANTINTELLETTUALE SUPERBO

Un maestro fu sorpreso nell’udire gente che gridava e litigava nel suo cortile. Quando venne a sapere che c’era di mezzo uno dei suoi discepoli, lo mandò a chiamare e gli domandò quale fosse la causa di tutta quella baraonda.

“C’è una delegazione di intellettuali che è venuta a farvi visita. Ho detto loro che voi non sciupate il vostro tempo con della gente che ha la testa piena di libri e di pensieri, ma è priva di saggezza. Sono quelle le persone che, con la loro superbia, creano dovunque dogmi e scismi tra la gente”.

Il maestro sorrise: “Com’è vero tutto questo”, mormorò. “Ma, dimmi, non è per caso la tua superbia nel dichiararti diverso dagli studiosi la causa di questo conflitto e di questa divisione?”

Pag. 54

IL SAGGIO INDÙ E GESÙ

Un saggio indù si stava facendo leggere la vita di Gesù. Quando sentì di come Gesù era stato respinto dai suoi a Nazaret, esclamò:

“Un rabbino non è un vero rabbino se la sua comunità non nutre il desiderio di scacciarlo dalla città”. E quando apprese che erano stati i sacerdoti a mettere Gesù a morte, esclamò con un sospiro:

“Satana fa fatica a trarre in inganno il mondo intero, così nomina al suo posto varie autorità ecclesiastiche nelle diverse parti del globo”.

Il lamento di un vescovo: “Dovunque Gesù andasse, scoppiava una rivoluzione; dovunque vado io, la gente mi serve il tè!”

L’ÉLITE SPIRITUALE

Quando vi portate dietro un seguito di un milione di persone, chiedetevi in che cosa avete sbagliato. Un autore ebreo spiega come gli ebrei non amino fare proseliti. I rabbini sono tenuti a compiere tre tentativi Diversi per scoraggiare eventuali seguaci!

La spiritualità è riservata ad un’élite. Non scende a compromessi pur di farsi accettare, perciò non si abbassa a livello delle masse che vogliono lo zuccherino invece della medicina.

Una volta, quando una grande folla lo seguiva, ecco che cosa disse loro Gesù: “Se uno di voi decide di costruire una torre, prima di tutto si mette a calcolare la spesa per vedere se ha abbastanza soldi per portare a termine i lavori. Oppure, se un re va in guerra contro un altro re, prima di tutto si mette a calcolare se con diecimila soldati può affrontare il nemico che avanza con ventimila. Se vede che non è possibile, allora manda dei messaggeri incontro al nemico e, mentre questo è ancora lontano, gli fa chiedere quali sono le condizioni per la pace.

La stessa cosa vale anche per voi: chi non rinuncia a tutto quello che possiede non può essere mio discepolo”. La gente non vuole la verità. Vuole sicurezza.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close