La preghiera della rana (35° cap.) pag.99 L’IO

 

La preghiera della rana1°Pag. 99

L’IO

IL MISTERO DELL’IO

Un anziano signore gestiva una bottega d’antiquariato in una grande città. Un giorno entrò un turista, il quale si mise a discorrere con il vecchio dei vari oggetti accatastati nel negozio. Il turista domandò: “Qual è secondo lei la cosa più strana, più misteriosa che ci sia qui dentro?” Il vecchio passò in rassegna le centinaia di oggetti rari, pezzi d’antiquariato, animali impagliati, pesci e uccelli imbalsamati, reperti archeologici, trofei di caccia… poi si voltò verso il turista e disse: “La cosa più strana in questo negozio è senza dubbio il sottoscritto”.

LA PIÙ GRANDE INVENZIONE MODERNA

Un’insegnante stava facendo lezione sulle invenzioni moderne.

“Chi di voi mi saprebbe citare qualche cosa di importante che non esisteva cinquant’anni fa?”, chiese.

Un ragazzino dall’aria intelligente della prima fila alzò la mano tutto eccitato ed esclamò: “Io!”

IL MONACO E IL SUO IO

Si racconta una storia molto significativa su di un monaco che viveva nel deserto egiziano ed era così ossessionato dalle tentazioni da non farcela più. Decise di lasciare la sua cella e andarsene altrove. Mentre si stava infilando i sandali per attuare la sua decisione, vide un altro monaco non lontano da lui, il quale si stava mettendo i sandali anche lui.

“Chi sei?”, chiese all’estraneo.

“Sono il tuo io”, quello rispose. “Se è per colpa mia che te ne vai, sappi che verrò con te dovunque andrai”.

Disse un cliente disperato allo psichiatra: “Dovunque vado, devo portarmi dietro me stesso, e questo rovina tutto”.

Ciò che aborrisci e ciò a cui aneli sono entrambi dentro di te.

IL GURU E I COCCODRILLI

Un giovane in cerca della verità e di un maestro che lo avviasse sul sentiero della santità, giunse a un ashram retto da un guru il quale, oltre a godere di fama di santità, era anche un impostore. Ma il giovane non lo sapeva.

“Prima di accettarti come mio discepolo”, disse il guru, “devo mettere alla prova la tua obbedienza. C’è un fiume che scorre vicino all’ashram ed è infestato dai coccodrilli. Voglio che tu lo guadi”.

La fede del discepolo era così grande che egli fece esattamente quanto gli era stato ordinato; attraversò il fiume gridando:

“Lode alla potenza del mio guru!”

Con grande stupore del guru l’uomo arrivò sull’altra sponda e tornò indietro illeso. Ciò convinse il guru che era più santo di quanto pensasse, e così decise di dare a tutti i suoi devoti una dimostrazione della sua potenza che incrementasse la propria fama di santità.

Entrò nel fiume gridando: “Lode a me! Lode a me!” In un attimo fu afferrato e divorato dai coccodrilli.

IL DIAVOLO TRAVESTITO DA ANGELO

Il diavolo, trasformatosi in angelo fulgente di luce, apparve a uno dei santi Padri del Deserto e disse: “Sono l’angelo Gabriele e mi manda a te l’Onnipotente”.

Il monaco rispose: “Pensaci bene. Devi essere stato mandato a qualcun altro, io non ho fatto nulla per meritare la visita di un angelo”.

A queste parole il diavolo scomparve e non osò mai più avvicinarsi al monaco.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close