La preghiera della rana (46° cap.) pag.119 —————————AMORE—————————-

cropped-la-preghiera-della-rana1c2b0.jpg

Pag. 119

I MIEI GENITORI POTREBBERO DARSI ALLA FUGA

L’insegnante si accorse che uno dei maschietti della classe era chiuso e pensieroso. “Che cosa ti preoccupa?” gli chiese.

“I miei genitori”, egli rispose. “Il papà lavora tutto il giorno per vestirmi, nutrirmi e mandarmi alla scuola migliore della città. E fa anche gli straordinari per potermi mandare all’università. La mamma sta tutto il giorno a cucinare, pulire, stirare e fare la spesa, in modo che io non abbia da pensare a nulla”.

“E allora perché sei preoccupato?”

“Ho paura che tentino di fuggire”.

GRATITUDINE PER IL CANE

La catechista disse ai suoi allievi che intendeva scrivere i loro nomi sulla lavagna e che accanto a ognuno di essi avrebbe posto il nome della cosa per cui erano più grati. Quando il suo nome comparve sulla lavagna, un ragazzino si mise a pensare con molto impegno.

Quando gli fu chiesto che cosa voleva scrivere accanto al suo nome, dichiarò soddisfatto: “Mamma”.

L’insegnante obbedì, ma quando stava per scrivere il nome successivo, il bambino alzò la mano e l’agitò freneticamente.

“Sì?”, domandò la maestra.

“Per favore, cancelli “Mamma””, disse il bambino, “e scriva “Cane”.

E perché no?

IL ROSPO NEL PRATO

Un uomo offrì una certa cifra alla figlia di dodici anni per tagliare il prato. La ragazzina si diede da fare con grande entusiasmo e la sera il giardino era perfettamente tosato, a eccezione di una grossa zolla di erba in un angolo.

Quando il padre disse che non avrebbe pagato la somma pattuita perché non era stata tagliata tutta l’erba, la ragazza rispose che preferiva fare a meno del denaro piuttosto che tagliare quella zolla d’erba.

Curioso di sapere perché, l’uomo andò a esaminare il pezzo non tagliato e lì, proprio in mezzo alla zolla, stava seduto un grosso rospo.

La ragazza, commossa, non se l’era sentita di passargli sopra con il tagliaerba.

Dove c’è amore, c’è disordine. Il perfetto ordine trasformerebbe il mondo in un cimitero.

Pag. 121

QUANDO ARRIVERÀ LA RIVOLUZIONE

Una piccola folla si era assiepata attorno all’oratore all’angolo della strada.

“Quando arriverà la rivoluzione”, egli diceva, “tutti gireranno in grosse limousine nere. Quando ci sarà la rivoluzione, tutti avranno il telefono in cucina. Quando verrà la rivoluzione, tutti possederanno un pezzo di terra tutto loro”.

Una voce si alzò dalla folla a protestare: “Io non voglio avere una grossa limousine nera, né un pezzo di terra tutto mio e neppure il telefono in cucina”.

“Quando arriverà la rivoluzione”, disse l’oratore, “tu farai quello che ti diranno, per la miseria!”

Se vuoi un mondo perfetto, elimina le persone.

ABRAMO E IL MENDICANTE CHE ODIAVA DIO

Un giorno Abramo invitò a pranzo nella sua tenda un mendicante. Mentre dicevano la preghiera di ringraziamento, l’uomo cominciò a bestemmiare, dichiarando che il nome di Dio gli era insopportabile. Abramo, al colmo dell’indignazione, lo scacciò.

Quella sera, mentre pregava, udì Dio che gli diceva: “Quest’uomo mi ha maledetto e svillaneggiato per cinquant’anni eppure gli ho dato da mangiare tutti i giorni. E tu non riesci a sopportarlo per un solo pasto?”

DIO DIMENTICA I PECCATI

Si diceva che nel villaggio ci fosse una vecchia che aveva le apparizioni. Il prete del luogo le chiese la prova della loro autenticità.

“La prossima volta che Dio ti appare”, disse, “chiedigli di rivelarti i miei peccati, che solo Lui conosce. Sarebbe la prova migliore”.

La donna ritornò un mese dopo e il prete le domandò se Dio le era apparso ancora. Ella rispose di sì.

“Gli hai posto la domanda?”

“Si, l’ho fatto”.

“E che cosa ha detto?”

“Ha detto: “Di’ al tuo prete che i suoi peccati li ho dimenticati”.

È possibile che tutte le cose terribili che hai commesso siano state dimenticate da tutti meno che da te?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close