——–LA PREGHIERA DELLA RANA ——– secondo volume cap. 52 pag. 105

La preghiera della rana1°

Pag. 105

DIOGENE AL MERCATO DEGLI SCHIAVI

Quando il filosofo greco Diogene fu catturato e portato al mercato degli schiavi, si dice che sia salito sulla piattaforma del banditore e abbia gridato ad alta voce: «Un padrone è in vendita. C’è fra voi qualche schiavo che desidera acquistarlo?»

È impossibile fare di un illuminato uno schiavo, perché egli è felice tanto in schiavitù quanto in libertà.

LA MORTE ASPETTA A SAMARRA

A Baghdad un mercante mandò il suo servo a fare una commissione al bazaar e quello ritornò tremante e pallido di paura.

«Padrone», disse, «mentre ero al mercato mi sono imbattuto in uno sconosciuto. L’ho guardato in faccia e ho visto che era la Morte. Mi ha rivolto un gesto di minaccia e se ne è andata. Ora ho paura. Datemi un cavallo, per piacere, in modo che io possa scappare a Samarra e interporre fra me e la morte la massima distanza possibile».

Il mercante, preoccupato com’era per il suo uomo, gli diede il cavallo più veloce che aveva. Il servo saltò in sella e in un attimo fu lontano. Più tardi si recò lui stesso al bazaar e vide la Morte che gironzolava fra la folla.

Le si avvicinò e le disse: «Hai fatto un gesto di minaccia nei confronti del mio povero servo stamattina. Che cosa volevi dire?»

«Quella non era una minaccia, signore», replicò la Morte, «era un moto di sorpresa nel vederlo qui a Baghdad».

«Perché non sarebbe dovuto essere a Baghdad? È qui che egli vive».

«Ebbene, vedete, mi hanno fatto credere che questa sera l’avrei incontrato a Samarra».

La maggior parte della gente ha Così paura di morire che, a forza di evitare la morte, non vive mai.

Pag. 106

L’ASCETA E L’ELEFANTE

Viveva un tempo in India un re, il cui elefante era impazzito. L’animale attraversava i villaggi distruggendo tutto ciò che incontrava, ma nessuno osava attaccarlo perché apparteneva al re.

Un giorno un tale che si dichiarava asceta stava per partire da un villaggio, quando tutti gli abitanti lo scongiurarono di restare, perché l’elefante era stato avvistato su quella strada e attaccava i passanti. L’uomo fu felice dell’opportunità che gli veniva data di dare prova della propria superiorità spirituale, giacché era appena tornato da una lezione del suo guru, il quale gli aveva insegnato a vedere Rama in ogni cosa.

«Poveri sciocchi ignoranti!» esclamò. «Non avete proprio alcuna dimestichezza con le realtà spirituali? Non vi hanno mai detto che dobbiamo vedere Rama in tutto e in tutti e che chi si comporta così godrà della protezione di Rama? Lasciatemi andare, non ho paura dell’elefante».

La gente pensò che l’uomo aveva tanta percezione spirituale quanto l’elefante pazzo. Sapevano che era inutile discutere con un santo e perciò lo lasciarono andare. Era appena arrivato sulla strada che l’elefante gli si avventò contro, lo sollevò in aria con la proboscide e lo scaraventò contro un albero.

L’uomo si mise a urlare di dolore. Per sua fortuna arrivarono sul più bello le guardie del re e catturarono l’animale prima che uccidesse l’asceta disilluso. Trascorsero molti mesi prima che l’uomo stesse abbastanza bene per ricominciare a viaggiare.

Si recò subito dal guru e gli disse: «L’insegnamento che mi avete dato era sbagliato. Mi avete detto di considerare ogni cosa come pervasa da Rama. È proprio ciò che ho fatto, e guardate che cosa è accaduto!»

Replicò il guru: «Che stupido sei! Perché non hai pensato a vedere Rama nella gente del villaggio che ti aveva messo in guardia dall’elefante?»

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close