——–LA PREGHIERA DELLA RANA ——– secondo volume cap. 61 pag. 121

La preghiera della rana1°

Pag.121

«I MORTI NON PARLANO»

Mamiya divenne un famoso maestro zen. Ma dovette imparare lo zen a caro prezzo.

Mentre era ancora un discepolo, il suo maestro gli chiese di spiegare il suono di una mano che applaudiva da sola. Mamiya fece tutto quel che poté, saltando i pasti e le ore di sonno pur di trovare la risposta esatta. Ma il maestro non era mai soddisfatto.

Un giorno gli disse persino: «Non lavori abbastanza. Sei troppo amante delle comodità, troppo attaccato alle cose belle della vita, anche troppo preoccupato di trovare una risposta il più presto possibile. Sarebbe meglio che tu morissi».

Quando Mamiya si presentò nuovamente al maestro, fece un gesto drammatico. Alla richiesta di spiegare il suono di una mano che applaudiva da sola, cadde a terra e restò immobile come un morto.

Il maestro disse: «Va bene. Sei morto. E il suono di una mano che applaude da sola?»

Aprendo gli occhi, Mamiya rispose: «Non sono ancora riuscito a risolvere quel problema».

Al che il maestro andò su tutte le furie e urlò: «Stupido! I morti non parlano. Fuori di qui!»

Anche se non sei illuminato, cerca almeno di essere coerente!

FINE

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close