47) Pag. 175  Immagini assortite

IMG_20181208_191219 (1)

Pag. 175

Immagini assortite

Parliamo ancora della mancanza di sforzo nel cambiamento. Mi è venuta in mente una immagine azzeccata per descriverlo: una barca a vela. Quando una barca ha un vento potente che le gonfia la vela, scivola senza sforzo, tanto che il marinaio non deve far altro che dirigerla. Non fa sforzi: non spinge la barca. É un’immagine di ciò che accade quando il cambiamento si verifica attraverso la consapevolezza, attraverso la comprensione.

Ho riguardato tra i miei appunti, trovando delle citazioni che ben si adattano a quanto sto dicendo. Sentite questa: «Non c’è di più crudele della natura. Nell’intero universo non le si può sfuggire, eppure non è la natura che provoca il male, ma il cuore stesso della persona». Vi sembra sensato? Non è la natura che provoca il male, ma il cuore stesso della persona. C’è una storiella che parla di Paddy, che è scivolato dall’impalcatura e si è fatto un grosso bernoccolo.

Gli chiedono: «Ti ha fatto male la caduta, Paddy?».

E lui: «No, è stata la fermata che mi ha fatto male, non la caduta».

Quando si taglia l’acqua, l’acqua non si fa male; quando si taglia qualcosa di solido, si rompe. Dentro di voi avete degli atteggiamenti solidi; avete delle illusioni solide: è questo che cozza contro la natura, che fa male, che provoca il dolore.

C’è un’altra massima molto carina: è di un saggio orientale, ma non ricordo quale. Come nel caso della Bibbia, l’autore non importa. L’importante è il contenuto. «Se l’occhio non è bendato, il risultato è la vista; se l’orecchio non è coperto, il risultato è l’udito; se il naso non è tappato, il risultato è l’olfatto; se la bocca non è serrata, il risultato è il gusto; se la mente non è chiusa, il risultato è la saggezza».

La saggezza sopravviene quando si lasciano cadere le barriere erette attraverso i concetti e il condizionamento. La saggezza non è qualcosa che si acquisisce; la saggezza non è esperienza; la saggezza non è applicare le illusioni di ieri ai problemi di oggi. Come mi ha detto una persona mentre stavo studiando per la mia laurea in psicologia, a Chicago, anni fa: «Spesso, nella vita di un prete, un’esperienza di cinquant’anni è l’esperienza di un anno ripetuta cinquanta volte». Si ottiene la stessa soluzione, a cui ricorrere sempre.

Questo è il modo di agire con gli alcolizzati; questo è il modo di agire con i preti; questo è il modo di agire con le suore; questo è il modo di agire con i divorziati. Ma questa non è saggezza.

Saggezza significa essere sensibili a questa situazione, a questa persona, senza influenze che derivano dal passato, senza residui di esperienze passate. Tutto ciò è molto diverso da quel che la maggior parte delle persone è abituato a pensare.

Aggiungerei un’altra frase a quelle che ho letto: «Se il cuore non è bloccato, il risultato è l’amore». Ho parlato parecchio d’amore in questi giorni, sebbene abbia affermato che non ci sia nulla che possa essere detto davvero dell’amore. Possiamo solo parlare di non-amore. Possiamo solo parlare di dipendenza. Ma dell’amore in sé non si può dire nulla esplicitamente.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close