21) Pag. 68 GUARDATELO NEGLI OCCHI

Pag. 68

GUARDATELO NEGLI OCCHI

Il comandante delle truppe d’occupazione disse al sindaco del paese di montagna: <<Siamo sicuri che state nascondendo un traditore nel vostro paese. Se lei non ce lo consegna, tormenteremo lei e la sua gente con ogni possibile mezzo>>.

 

Il paese nascondeva davvero un uomo che sembrava buono e innocente ed era amato da tutti. Ma cosa poteva fare il sindaco ora che era minacciato il benessere dell’intero paese? Giornate di discussione al consiglio comunale non portarono ad alcuna conclusione. Così, alla fine, il sindaco affrontò la questione con il prete del paese. Il sindaco e il prete passarono tutta la notte a consultare le Scritture e alla fine trovarono una soluzione: <<È meglio che un uomo muoia e la nazione sia salva>>.

 

Così il sindaco consegnò l’innocente alle forze d’occupazione, pregandolo di perdonarlo. L’uomo disse che non c’era niente da perdonare. Non voleva che il paese corresse rischi per causa sua. Egli fu torturato crudelmente, finché le sue grida non risuonarono per tutto il paese e infine fu giustiziato.

 

Vent’anni dopo un profeta passò per quel paese, andò diritto dal sindaco e gli disse: <<Cosa avete fatto? Quell’uomo era stato mandato da Dio come salvatore di questo paese. E voi l’avete consegnato perché fosse torturato e ucciso>>.

 

<<Cosa potevamo fare?>>, si scusò il sindaco. <<Il prete ed io abbiamo guardato le Scritture e abbiamo agito di conseguenza>>.

 

<<Questo è stato il vostro errore>>, disse il profeta. <<Avete guardato le Scritture. Ma avreste anche dovuto guardare nei suoi occhi>>.

Pag. 69 GUARDATELO NEGLI OCCHI

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close