36) Pag. 97/99 IL MIO AMICO – L’ASPIRANTE ARABO

Pag. 97

Pag. 97 IL MIO AMICO

Malik, figlio di Dinar, era molto seccato per il comportamento immorale di un giovane dissoluto che viveva alla porta accanto.

Per molto tempo non fece nulla, sperando che qualcun altro intervenisse. Ma quando il comportamento del giovane si fece assolutamente intollerabile, Malik andò da lui e gli chiese di cambiar vita.

Il giovane informò con calma Malik che era un protetto del sultano e che quindi nessuno poteva impedirgli di vivere come voleva.

Malik disse: <<Protesterò personalmente con il sultano>>. Il giovane replicò: <<Sarà del tutto inutile, perché il sultano non cambierà mai idea su di me>>.

<<Allora farò un esposto contro di te al -creatore lassù>>, disse Malik. <<Il Creatore lassù>> disse il giovane, <<è troppo misericordioso per rimproverarmi>>.

Malik non sapeva più che fare, così lasciò stare il giovane. Ma dopo un po’ la sua reputazione divenne così cattiva che tutti gridavano allo scandalo. Malik conchiuse che era suo dovere cercare di rimproverarlo. Mentre si recava a casa del giovane, però, una voce gli disse: <<Non toccare il mio amico. È sotto la mia protezione>>. Malik rimase molto confuso da questo fatto e quando fu in presenza del giovane non sapeva più cosa dire.

Il giovane disse: <<Perché sei venuto?>>. Malik rispose: <<Ero venuto per rimproverarti, ma mentre venivo qui una Voce mi ha detto di non toccarti perché sei sotto la sua protezione>>.

Il volto del giovane dissoluto cambiò. <<Mi ha chiamato suo amico?>>, chiese. Ma Malik aveva già lasciato la sua casa. Anni dopo Malik incontrò quest’uomo alla Mecca. Era rimasto così colpito dalle parole della Voce che aveva ceduto tutti i suoi beni ed era diventato un mendicante. <<sono venuto qui per cercare il mio amica>>, disse a Malik, e morì.

 

Dio amico di un peccatore? Un’affermazione tanto pericolosa quanto efficace. Ho provato il suo effetto su di me una volta dicendo: <<Dio è troppo misericordioso per rimproverarmi>>. E improvvisamente ho udito la Buona Novella… per la prima volta nella mia vita.

L’ASPIRANTE ARABO

Al maestro arabo Jahel ad-Din Rumi piaceva raccontare la seguente storia:

Un giorno il profeta Maometto stava offrendo  la preghiera mattutina nella moschea.             Tra la folla di coloro che pregavano con il profeta c’era un aspirante arabo.

Maometto iniziò a leggere il Corano  e recitò il versetto                                                                 in cui il faraone afferma   <<Io sono il vostro vero Dio>>.                                                  All’udir questo il buon aspirante esplose  in uno spontaneo scatto di rabbia,                               ruppe il silenzio ed esclamò:                                                                                       <<Quell’orgoglioso figlio d’un cane!>>.

Il profeta non disse niente,  ma quando finì la preghiera, gli altri cominciarono                         a rimproverare l’arabo: <<Non ti vergogni?  Sicuramente la tua preghiera                           ha offeso Dio perché non solo hai interrotto  il sacro silenzio della preghiera                            ma hai usato un linguaggio osceno   al cospetto del profeta di Dio>>.

Il povero arabo arrossì di vergogna  e tremò di paura, finché Gabriele apparve                        al profeta e disse: <<Dio ti manda i suoi saluti e desidera che tu faccia smettere                        di sgridare quel semplice arabo;  in realtà la sua sincera imprecazione                                      mi ha commosso più delle sante preghiere di molti altri>>.

 

Dio guarda al nostro cuore quando preghiamo, non alle nostre formule.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close