48) Pag. 125 L’IPOCRITA

Pag 125 L'IPOCRITA

La sala era affollata per lo più di anziane signore. Si trattava di qualche nuova religione o setta.

Uno degli oratori si alzò per parlare, vestito solo con un turbante e un perizoma.

Parlò, con calore, del potere della mente sulla materia, della psiche sul soma.

 Tutti lo ascoltavano affascinati.

Alla fine l’oratore tornò al suo posto proprio davanti a me. Il suo vicino si voltò verso di lui e gli bisbigliò non troppo sottovoce: <<Crede realmente a ciò che ha detto, che il corpo non sente nulla e che dipende tutto dalla mente e la mente può essere consciamente influenzata dalla volontà?>>.

 L’ipocrita replicò, con devota convinzione: <<Certo!>>.

 <<Allora>>, disse il suo vicino, <<le dispiacerebbe fare cambio di posto? Sono seduto in mezzo alla corrente>>.

 

Cerco spesso, disperatamente, di praticare ciò che predico.

Se mi limitassi a predicare ciò che pratico, sarei anch’io molto meno ipocrita.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close