49) Pag. 127 IL CONTRATTO STIPULATO IN SOGNO

Pag.127

Pag 127 IL CONTRATTO STIPULATO IN SOGNO

Erano le nove del mattino e Nasruddin dormiva sodo. Il sole era alto nel cielo, gli uccellini cinguettavano sugli alberi e la colazione di Nasruddin si stava raffreddando. Così la mglie lo svegliò.

Egli si svegliò molto arrabbiato.

<<Perché mi svegli proprio adesso?>>, gridò. <<Non potevi aspettare un altro momentino?>>. <<Il sole è alto nel cielo>>, disse la moglie, <<gli uccelli cinguettano sugli alberi e la tua colazione si sta raffreddando>>.

<<Sciocca!>>, disse Nasruddin, <<la colazione non è niente in confronto al contratto di centomila pezzi d’oro che stavo per firmare!>>.

Si rigirò e agitò a lungo nel letto, cercando di ritrovare il suo sogno distrutto e il contratto perduto.

 

 Chissà se in quel contratto Nasruddin stava imbrogliando e se la sua controparte era un tiranno ingiusto.

Se Nasruddin ritrova il sogno e rinuncia all’inganno, diventerà un santo.

Se lavorerà strenuamente per liberare il popolo dall’oppressione del tiranno, diverrà un riformatore.

Se, nel mezzo del sogno, si renderà conto di stare sognando, sarà un uomo risvegliato e un mistico.

A che serve diventare un santo e riformatore se si sta ancora dormendo?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close