Pag.101 Capitolo sedicesimo (Il più grande venditore del mondo)

Pag.101

Capitolo sedicesimo

Il rotolo numero Nove

rotolo 9

I miei sogni sono irrilevanti, i miei progetti sono polvere, le mie mete sono impossibili.

Sono tutte cose prive di valore se non sono seguite dall’azione.

Agirò adesso.

Non c’è mai stata una mappa, per quanto accuratamente seguita in dettaglio e in scala, che abbia portato avanti chi la possiede anche solo di un passo. Non c’è mai stata una legge, per quanto ben fatta, che abbia prevenuto un solo crimine. Né è mai esistito un rotolo, sia pure come quello che io posseggo, che abbia guadagnato una monetina, o prodotto una sola parola di plauso. Soltanto l’azione è l’esca che dà fuoco alla mappa, alla legge, a questo rotolo, ai miei progetti, alle mie mete accendendo un fiamma di energia vitale. L’azione è cibo e bevanda per nutrire il mio successo.

Agirò adesso.

La tendenza a procrastinare che finora mi ha trattenuto era figlia della paura, ma ora conosco il segreto di tutti i cuori coraggiosi. Adesso io so che per vincere la paura devo sempre agire senza esitazione, e il panico svanirà. Ora so che l’azione riduce il leone del terrore in una formica tranquilla.

Agirò adesso.

D’ora innanzi ricorderò la lezione della lucciola, che emana la sua luce soltanto quando è in volo, soltanto quando è in azione. Diventerò una lucciola ed anche di giorno, nonostante ci sia il sole, sarà visibile il mio fulgore. E che gli altri si accontentino pure di essere come farfalle che sfoggiano le loro ali ma che per vivere hanno bisogno della carità di un fiore. Io sarò come la lucciola e la mia luce illuminerà il mondo.

Agirò adesso.

Non eviterò compiti di oggi rimandandoli a domani, perché domani non arriverà mai. Intendo agire adesso, anche se le mie azioni possono non portare felicità e successo, perché agire e fallire è pur meglio del non agire e del vano agitarsi. In verità, il frutto colto dalla mia azione può non essere la felicità, tuttavia senza azione ogni frutto morirà sulla pianta.

Agirò adesso.

Agirò adesso. Agirò adesso. Agirò adesso. D’ora in poi ripeterò queste parole ancora, e ancora, e ancora, ogni ora, ogni giorno, tutti i giorni, finché le parole diverranno spontanee come il respiro e le azione che ne conseguono istintive come un batter di ciglia. Con queste parole posso disporre la mia mente a compiere ogni atto necessario al successo. Con queste parole posso disporre la mia mente a raccogliere tutte quelle sfide che invece sono evitate dal fallito.

Agirò adesso.

Lo ripeterò di fronte ad una porta chiusa, e busserò mentre il fallito attende fuori impaurito.

Agirò adesso.

Lo dirò quando sarò indotto in tentazione, e agirò immediatamente allontanandomi dal male.

Agirò adesso.

Lo dirò quando sarò tentato di smettere per rimandare al domani, e immediatamente agirò per portare a termine un’altra vendita.

Agirò adesso.

L’azione soltanto determina il mio valore sulla piazza del mercato, e per aumentare il mio valore moltiplicherò le mie azioni. Io camminerò la dove il fallito ha paura di camminare. Lavorerò quando il fallito si abbandona al riposo. Parlerò nelle occasioni in cui il fallito rimane in silenzio. Mi rivolgerò a dieci persone che potrebbero comprare la mia merce, mentre il fallito tentenna prima di rivolgersi ad una soltanto. Dirò <<è fatto>> prima che il fallito dica <<è troppo tardi>>.

Agirò adesso.

Perché il presente è tutto quello che posseggo. Domani è il giorno riservato alla fatica del pigro. Io non sono pigro. Domani è il giorno in cui il male diventa bene. Io non sono il male. Domani è il giorno in cui il debole diventa forte. Io non sono debole. Domani è il giorno in cui il fallito ha successo. Io non sono un fallito.

Agirò adesso.

Quando il leone ha fame, mangia. Quando l’aquila ha sete, beve. Se non agiscono, periscono entrambi.

Io ho fame di successo. Ho sete di felicità e di pace. Se non agisco, sono destinato a perire in una vita di fallimento, miseria e notti insonni.

Io comanderò, e obbedirò al mio stesso comando.

Agirò adesso.

La fortuna non aspetta. Se indugio, diventerà sposa di un altro, e sarà per me perduta per sempre.

È questo il momento. È questo il luogo. Sono io l’uomo.

Agirò adesso.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close